Puoi dire: non so giocare a calcio, a tennis, a rugby o a poker.
Non puoi dire che non sai correre.
Dì, piuttosto, che non hai voglia di provarci. Che sei un po' pigro, che hai paura di far fatica, che l'ultima volta che ci hai provato ti sei massacrato le gambe. Ma non dire che non sai correre. Dì, piuttosto, che non sai "come" correre. Allora non avrai più alibi. E in un attimo ti convinceremo a (ri)provarci. Fidati, ci vuole veramente poco a dedicare una mezz'ora. E non dire che la discoteca, gli studi, la fidanzata, il marito, i figli, il lavoro, le ore piccole... Trenta minuti di corsa, o forse anche meno, ti rimetteranno in sintonia col mondo. Ti aiuteranno a recuparare la fatica mentale e fisica. A dormire e mangiare meglio. Ad affrontare la vita con più ottimismo. Saranno le endorfine o solo la voglia di fare qualcosa di veramente tuo (o con i tuoi), chi lo sa. Ma sarà. Sarà un approccio diverso, un nuovo stile.
Respira profondo. E lasciati ispirare...

www.runnersworld.it

giovedì 19 novembre 2009

Stiamo ingrassando

Non posso continuà a trascurare 'sta creatura solo perchè non si corre...

allora aggiorniamola...

lo stretching lo faccio (tre volte al giorno non ce la faccio però... giusto la sera, con l'aggiunta di pomata all'arnica), fra l'altro quando tiro la gamba sinistra ho una sensibilità maggiore nel punto incriminato... è difficile da spiegare... ma sento la differenza rispetto alla destra, a parità di allungamento sento crescere quel fastidio che precede l'arrivo del dolore, quindi non ci arrivo, mi fermo prima;
gli integratori per aiutare l'organismo a ripristinare quello che c'è di scassato li prendo (stiamo a sentì quel sant'uomo del mio medico);
qualche esercizio di elasticità/potenziamento lo faccio (non li facevo quando correvo... mi so svegliato tardi);
il dolore sotto forma di spasmo involontario che si presentava saltuariamente nella giornata, è un po' che non si fa vivo.

Però oramai lo stato di forma raggiunto più di un mese fa è distrutto ed essendo una recidiva, voglio prolungare lo stop oltremisura, approfittando della stagione invernale.

Fra l'altro la paura che si presenti il dolore durante la prova del km a 5'30, visto che la prova livello 0 è superata, è maggiore della voglia di tornare a correre.

Il problema ora è la bilancia, che mi informa che due chili pieni pieni si sono già impossessati dei miei fianchi e devo in qualche modo o ridurre le entrate o aumentare le uscite.

La mia fame atavica però mi fa decidere per la seconda.

Quindi ho tirato fuori una scassatissima e trascuratissima mtb nell'umidissima cantina e l'ho portata dal mio meccanico di fiducia, affinchè me la rendesse utilizzabile.

Staremo a vedere nei prossimi giorni.

22 commenti:

the yogi ha detto...

alfredo nooooo! tutto, ma non ingrassare! ;))

Tosto ha detto...

Alfredo fatti coraggio! MTB va bene magnaa in questo periodo può essere molto rischioso.

Fatdaddy ha detto...

La soluzione è ottima, meglio aumentare le uscite che ridurre le entrate...e lo scrivo con la bocca piena di un panino alla bresaola perchè C'HO FAME!!
Vai di pedalate! ;)

Patty ha detto...

vai in bici come faccio io ..... ma tu lo streching lo fai sa freddo?

Mathias ha detto...

La fame corre più veloce questa la verità :-P

Michele ha detto...

Bisogna tenere la bocca chiusa.........

Alfredo ha detto...

@ yoghi
Tranquillo sto giá prendendo provvedimenti come vedi

@ Tosto
E lo so... Ma c'ho na fame... ;)

@ fat
Vedo che sei sulla mia stessa lunghezza di calor... Ehm d'onda

@ patty
Be si a freddo... Ma in modo molto graduale... Anche perchè è la cosa suggerita da fare, ma come riscaldo il bicipite femorale infortunato? Con una stufetta?

Alfredo ha detto...

@ mathias
A giudicare da quello che si dice in giro sul tuo appettito, noi due apparteniamo a quelle persone alle quali è piú conveniente regalarci un vestito che invitarci a pranzo

@ michele
Sarebbe l'ideale purtroppo sono raffreddato e talvolta mentre apro bocca per respirare mi si infilano inavvertitamente un paio d'etti di carboidrati dentro

Patty ha detto...

ah ah ah no a parte gli scherzi a dire dal mio fisio farlo a freddo è DELETERIO! "ocio"

Tosto ha detto...

Quando mangi immaginati grasso e lardoso come i lottatori di Sumo, magari ti moderi un po'! :)

Lucky73 ha detto...

Maledetta bilancia...
Certo che durante gli STOP occorre fare cmq attività fisica tipo Bici o Nuoto ...altrimenti quando torni a correre ti ritrovi in "pesante" compagnia :)

Alfredo ha detto...

@ Tosto
Oddio fa proprio schifo quell'immagine... dovrebbe funzionare.

@ Lucky
infatti urge apportare al bilancio calorico, ulteriori voci in uscita

Francarun ha detto...

ma due kiletti mica sono così drammatici...se poi fai un po di bici in questo periodo ti spariranno subito, perchè avvolte è solo ritenzione idrica !
ripartire è sempre una tortura dopo un'infortunio, ma tu appena ricominci corri tranquillo senza pensare a dove avevi il dolore !

francescarun ha detto...

ben ritrovatooooooooooooooooooo:)))

Alfredo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Alfredo ha detto...

@ Francarun
Non sono molto convinto dell'aumento di peso duvuto alla ritenzione idrica. Conosco persone di 120 kg che credono di averla.

@ Francescarun
Bentrovata a te ed a tutte le tue vocali :))

Anonimo ha detto...

come sempre, devo arrivare io, lo sfacciato, il capro espiatorio, a dirti qual'è la soluzione che tutti pensano ma nessuno dice:
RADDOPPIA LE TROMBATE!

a parte gli scherzi, io non corro da giugno, e da allora sono dimagrito 4kg, ho smaltito i 4kg che quei bastardi della Colonna Romana mi fecero prendere (maggio-giugno sto sempre a roma) con le loro cene a ripetizione del kaiser (e dire che mi fermavo agli antipasti!).
noi in italia siamo NEVROTICI, leghiamo troppo piacere-cibo, ci comportiamo cronicamente come affamati atavici, i discorsi sul cibo in eccesso sono sempre accompagnati da risate (invece bisognerebbe piangere), altri popoli non si capacitano di quanto cibo riusciamo a ingurgitare.
per contro, c'è una minoranza che adotta la nevrosi opposta, l'anoressia.
questo non è "istinto", è l'esatto contrario: istinto è il corpo che sente automaticamente ciò che gli fa bene.
quando ci PIACE qualcosa che fa MALE, vuol dire che l'istinto è in disfacimento.
luciano er califfo.

Alfredo ha detto...

@ Sig. Califfo (mi so sganasciato dalle risate quando ti hanno chiamato così...:))

Purtroppo trombare è come correre, bisogna essere almeno in due a farlo, e sia mia moglie, che le mie gambe, in questo periodo non mi supportano adeguatamente per queste mie adorate attività.

La nevrosi opposta all'anoressia si chiama bulimia e non c'azzecca nulla con l'atteggiamento a sfondarsi a tavola, tipiche del sedentario benestante (io, ad esempio, quando sono in attività mangio in modo regolare), e le suo origini si perdono nella notte dei tempi. La storia ci insegna che nei periodi di particolare benessere il banchetto era l'evento principe per festeggiare ogni evento favorevole, anche se solamente fra chi se lo poteva permettere, ma oggi chi è che non se lo può permettere?

-Walter- ha detto...

Ciao Alfredo, come prosegue la ripresa?

Lou ha detto...

prenderò spunto da te per dimagrire. quante ne sai!

the yogi ha detto...

ehi, a quest'ora sarai sui 120 kg! ;))

GIAN CARLO ha detto...

@Alfredo, ho sempre la tua maglia chiusa in una busta ...sia chiaro che non è mia intenzione tenerla... se mi mandi una mail con un indirizzo te la spedisco.